Prestito alle Poste? Ecco le caratteristiche principali

29.11.2016

In promozione fino al 31 Dicembre 2016 Poste Italiane con il marchio Bancoposta lancia un'offerta molto conveniente.

Per chi ne ha necessità il prestito Bancoposta prevede un massimo erogazione di 30.000€ rimborsabili fino a 84 rate (7 anni).

Ma chi può avere questo prestito?

Ovviamente occorre avere un reddito da lavoro o da pensione (non vale l'invalidità) e non aver avuto ritartdi segnalati in CRIF.

Gli autonomi o gli imprenditori non avranno accesso a questo finanziamento. Non perché in Poste abbiano qualcosa contro queste categorie, ma perché a decidere di erogare il prestito è Deutsche Bank.

Valutazione del prestito

La concessione del finanziamento, infatti è soggetta a valutazione ed approvazione da parte di Deutsche Bank o di Findomestic.

Infatti si tratta di un prestito Bancoposta "travestito", in quanto ad erogare sono sempre le solite finanziarie che non si assumono particolari rischi.

Come viene erogato il prestito?

In 3 modalità

  1. Sul conto corrente Bancoposta (quindi si deve aprirne uno)
  2. Sulla carta PostePay (quindi si deve richiederne una)
  3. In contanti presso un ufficio postale (ma fino a 10mila euro)

Conclusioni

Niente di innovativo, se consideriamo che per un prestito di 12.000€ il Taeg (tasso globale) è del 8,26%.

Le stesse finanziarie Findomestic e Deutsche Bank, se contattate direttamente offrono per gli stessi 12.000€ rispettivamente Taeg del 6,47% e del 6,99%.

di Loredana Maggio