Noleggio lungo termine. Cosa bisogna valutare?

21.04.2018

Quando si noleggia a lungo termine un auto è quasi come acquistarla

Sebbene per un periodo limitato di tempo.

È naturale perciò che ci si senta portati ad agire con cautela di fronte ai lunghi ed a volte astrusi contratti sottoposti in filiale, i quali non fanno altro che aumentare la nostra diffidenza nei loro confronti.

È vero che è necessario prestare la massima attenzione prima di firmare un atto contrattuale, valutandone con precisione clausole e condizioni, ma, una volta in possesso degli strumenti adatti alla lettura, potremo vederci chiaro.

Prima di noleggiare un auto a lungo termine

Non bisogna soltanto avere in mente di spendere il meno possibile.

Sarà preferibile un costo più basso, certo, ma una tariffa troppo vantaggiosa rispetto alla media dovrebbe metterci sull'attenti.

Entriamo nel dettaglio, esaminando i principali fattori da considerare per realizzare un ottimo affare.

Il primo elemento di valutazione di un contratto a lungo termine è la franchigia.

La compagnia assicurativa, in caso di necessità da parte nostra di copertura, ti richiederà una somma fissa stabilita da contratto mentre da parte sua coprirà per intero i costi della riparazione meccanica.

In caso di noleggio a lungo termine, più la franchigia è bassa, più sarà alto il canone mensile.

Sarà preferibile perciò un contratto con franchigie di medio prezzo, solitamente tra i 500 e i 1000 euro.

Il secondo elemento è la sostituzione pneumatici.

Dovremo aver bene in mente, in relazione alla durata per la quale prevediamo di noleggiare l'auto, di quanti cambi gomme avremo bisogno.

In media, tolto il treno pneumatici fornito all'inizio del contratto, le sostituzioni si effettuano ogni 40.000 km.

Se l'offerta di noleggio che ci stanno proponendo offre più cambi di quanti richiesti, sarà meglio rinegoziare il contratto oppure cambiare aria.

Il terzo importante fattore di valutazione è il chilometraggio offerto del noleggio.

In ogni contratto è previsto un numero complessivo di chilometri massimale da poter percorrere nell'arco della durata del noleggio.

A volte ci si lascia trarre in inganno da un canone mensile basso, ma osservando attentamente ci si accorge che la strada percorribile è nettamente inferiore a quella che faremo realmente.

Proprio come i giga del nostro telefonino, allo scadere dei chilometri previsti ci troveremo a pagare una tariffa extra: sarà meglio quindi calcolare in base alle nostre esigenze l'offerta più conveniente.

Un altro elemento di cui tenere conto è la vettura sostitutiva offerta.

Bisogna essere sicuri infatti che, in caso di un eventuale guasto, l'auto che ci verrà fornita in vece di quella principale sia della stessa categoria di prezzo di quest'ultima, e non inferiore: non vorremmo pagare il canone di una Ferrari per poi girare con un utilitaria.

di Luigi Porcelli