Come ottenere un prestito se sei stato segnalato in Crif

19.09.2019

Non puoi! Ecco la cattiva notizia.

Ma...esiste un possibilità. 

continua a leggere...


Essere bollato come cattivo pagatore può cambiare la vita.

Questo è infatti un evento in grado di compromettere non solo la sfera lavorativa, ma anche quella privata. L'iscrizione in Crif costituisce un forte deterrente per le banche a cui l'interessato si rivolge per ottenere un mutuo o un prestito. 

Ne conseguono gravi difficoltà materiali dalle ripercussioni difficili da prevedere.

Dunque la segnalazione a cattivo pagatore implica automaticamente l'impossibilità di essere finanziato? 


Fortunatamente no

Ci sono infatti almeno tre exit strategy a disposizione.

Sei un dipendente pubblico o privato a tempo indeterminato, o un pensionato? 

Puoi richiedere la cessione del quinto, un prestito personale a tasso fisso il cui rimborso avviene, in automatico, attraverso trattenuta su stipendio o pensione.

La durata massima di questa particolare tipologia di prestito è 10 anni, e possono usufruirne anche gli iscritti in Crif.

Hai un progetto ad alto tasso di innovazione e con buoni margini di profitto? 

Potresti optare per il social lending, e cioè il prestito tra privati. Alcune piattaforme, tra cui Younited Credit, valutano infatti la finalità proposta dal richiedente, e non la solidità della sua condizione finanziaria. 

L'iscrizione in Crif è stata determinata da  errori anagrafici o hai fatto da garante? 

Probabilmente lo hai scoperto solo dopo essere andato in banca e aver richiesto un finanziamento. 

A questo punto c'è solo una cosa da fare: procedere alla cancellazione, per poi effettuare un nuovo tentativo. 


di Giuliana Ferri


Leggi anche...